Il gioco d’azzardo non potrà mai sentirsi libero

gioco d'azzardo

Ora, bisogna proprio dire che il gioco ed i bonus migliori offerti dai casino online legali aams, a furia di parlarne, stanno acquisendo uno spazio notevole sia nei discorsi proposti nelle varie tavole rotonde, che durante le trasmissioni televisive, che a mezzo dei media. Bisogna anche capire che, come già detto, il gioco a questo punto dovrà essere visto sotto un’ottica diversa da quella che si è usata sino a questo momento, ma certamente non per trarlo in salvo dalle responsabilità che il settore può avere sui consumatori e, di conseguenza, sulla società ma per cercare di trovare soluzioni che possano risolvere le problematiche che viaggiano di pari passo con l’abuso del gioco che tocca e travolge alcune persone.
Elementi che, purtroppo, non riescono a rapportarsi al gioco come divertimento, ma che ne intravedono la soluzione ai problemi economici del quotidiano: e questo è il più grave degli errori, ma che non si può imputare esclusivamente al gioco pubblico, ma a tematiche ben più profonde e complicate. Purtroppo, però, quando si parla di questo settore, di qualsiasi segmento si parli, non si può più parlare esclusivamente di un problema etico, e neppure culturale né educativo, ma bisogna parlare di liberarsi della questione sanitaria che il gioco può provocare. Sino a quando non si affronterà questo tema alle radici, il gioco non riuscirà ad “entrare in società” e ad esservi accettato e coinvolto.
Di conseguenza anche parlando della legalità del gioco lecito e della sua contrapposizione al gioco illegale, il discorso non è sufficiente: bisogna parlare di un gioco lecito che deve diventare sempre di più una sorta di “cordone sanitario interno ai soggetti più sensibili e vulnerabili”.
Questo obbiettivo porta a combattere il gioco illegale e, di conseguenza, a tutelare meglio i soggetti più deboli. La scelta, per esempio, di tassare al margine le scommesse e l’online, ha senza dubbio incrementato la concorrenzialità dell’offerta del prodotto pubblico, ma non ha assolutamente pregiudicato la condizione di tutela del giocatore. Quindi, le scelte che si faranno nei confronti del gioco dovranno essere fatte rispettando l’offerta pubblica rendendola migliore e più appetibile e la maggiore rischiosità del gioco relativamente ai soggetti più influenzabili.
In pratica, il gioco legale, come i gratta e vinci, non va promosso in toto, ma deve rimanere uno strumento essenziale nella lotta contro la criminalità ed il gioco illecito ed, in quest’ottica, va ritenuto importante e deve esistere. Quindi, toglierlo rapidamente di mezzo, come si sta pensando di fare, sarà un’impresa che lascerà “scoperto il fianco” agli attacchi della criminalità organizzata che “vive ed impera” nel gioco illegale. Nel gioco lecito, però, si devono ingigantire “tutte le condizioni che servono a proteggere i soggetti più vulnerabili dalle insidie della dipendenza”. Ma tenendo presente, però, che se un individuo è predisposto a farsi coinvolgere dall’abuso di gioco, vuole dire forzatamente che qualche “problemino di base” nell’individuo già esiste… e non sempre tutto può farsi risalire esclusivamente al gioco. D’altra parte, bisogna anche dire che “Chi è causa del suo mal pianga sé stesso” quando chi è maggiorenne ed in grado di intendere e di volere sa cosa può succedere se ci si approccia a qualsiasi cosa senza responsabilità. Si può dire dell’alcool, del fumo, delle sostanze stupefacenti, del cibo, dell’amore…

Le imprese del gioco faticano a restare in piedi

imprese di gioco d'azzardo

Tutte le notizie negative che circolano sul mondo del gioco d’azzardo e su quello dei migliori casino online con bonus hanno già fatto “parecchi danni” ad un settore che di responsabilità, se ne ha, sono quelle riconducibili ad un approccio poco responsabile che alcuni giocatori hanno nei suoi confronti ed alle conseguenze che ne possono derivare. É chiaro che questa è l’argomentazione che viene “maggiormente cavalcata” dai media e dai detrattori del gioco pubblico che non vedono l’ora di sciorinare dati sopra dati sulla dipendenza che “viaggia di pari passo con il gioco”. Come se le altre dipendenze, non così apertamente attaccate da destra, da sinistra e dal centro, non recassero anch’esse danni profondi nel sociale.
Ma questo è il momento di tartassare il gioco pubblico come se dovesse “pagare pegno” di esistere e di voler partecipare alla vita quotidiana di tanti cittadini che vi si approcciano con intelligenza e con l’unico scopo di divertirsi. É un po’ come se chi ama prendersi o dedicarsi un aperitivo in questo si debba ravvisare un principio di alcoolismo! Quindi, non si tratta più di espiare un peccato, ma proprio di rimediare ai guasti che si producono alla società e che non si riparano assolutamente perseguendo su altri piani il bene e l’interesse pubblico.
Questa “espiazione” non tocca soltanto lo Stato che si deve difendere dagli attacchi che gli Enti Locali fanno alla “sua riserva” (il gioco) non permettendogli di esplicare il motivo per cui è stato creato, ma anche e sopratutto gli imprenditori privati che operano nel mondo del gioco con lo scopo naturalmente di “fare business” e che si trovano osteggiati in ogni modo, forma e misura. Le imprese ludiche non hanno davanti a sé un “roseo futuro” come si potevano immaginare, ma percorsi irti di restrizioni, luoghi sensibili, orari di accensione: ed alla fine anche la possibilità di rientrare in quel 30% di gioco che verrà totalmente eliminato dai nostri territori.
Se non è espiazione questa, come la si potrebbe chiamare? Per farsi accettare il mondo del gioco ed i nuovi casino online cosa potrebbe fare? Finanziare iniziative meritevoli o utili, ma bisogna combattere con coloro che non vogliono assolutamente essere sostenuti da danaro che proviene dal gioco. Possono destinare parte degli utili a finalità benefiche esterne al settore e del tutto lontane da questo “demoniaco mondo” ed anche qui, a volte, si trova la strada sbarrata da chi il gioco lo aborra. L’unica cosa in cui si può dichiarare presente è quando lo Stato sottopone qualche lotteria a favore magari di zone terremotate, oppure cose di questo tipo che, provenendo dal Governo, generamente non sono sottoposte ad ostacoli.
Poche possibilità per ricercare una sorta di perdono e tutto ciò che in ogni caso viene fatto dal settore gioco si dimostra insufficiente se non incongruente quando la sua industria viene considerata l’unica e sola causa immediata di danni alla società. Ed a nulla è valso l’impegno di questi anni laddove il gioco è riuscito a creare, in un momento di vera crisi economica che attraversa il nostro Paese da lungo tempo, nuove professioni, nuovi prodotti, investimenti nel proprio settore. Non da ultimo è riuscito ad impiegare un numero considerevole di risorse che si aggiravano in altri settori di servizi o commerciali nei quali cercavano sicurezza che non riuscivano ad ottenere. Il gioco, invece, in questo è riuscito: ma sembra che a nessuno questo discorso interessi veramente.

Il futuro dei giochi d’azzardo italiani

Il futuro degli apparecchi da intrattenimento che darà al settore un “imput” di rinnovamento ed innovazione… è qui. L’Associazione Costruttori Macchine da Intrattenimento -ACMI- propone un nuovo progetto di certificazione di qualità degli apparecchi che sia in grado di legittimare l’operato e la figura del produttore di giochi. Un gran bell’obbiettivo che si pone l’associazione che trova nel nuovo Presidente, Ornella Calgaro, la prima donna a rivestire un ruolo di importanza vitale nel settore dei giochi e ci sembra trovi in questa evoluzione quel tocco di “futuro” che rivitalizzi l’intera filiera.

La figura del produttore degli apparecchi da intrattenimento rappresenta il primo anello, e quindi il più importante, della filiera e quello dal quale prende l’avvio l’intero processo che ha visto sin qui il coinvolgimento di società di certificazione importanti e primarie: l’ACMI ha deciso di esporre con chiarezza estrema tutti i requisiti che portino all’identificazione della figura e della professionalità del produttore di apparecchi da gioco. In pratica una sorta di patente che sarà, partendo dal prossimo anno, un requisito essenziale per “essere sul mercato” e sbaragliare qualsiasi concorrenza. Un passo verso il… futuro quindi, che è indispensabile e necessario per dare nuova “linfa” al mondo del gioco e del divertimento. Ovviamente, l’obbiettivo principale di ACMI è quello di definire precisamente i doveri, rappresentati da requisiti essenziali che devono essere in possesso dei costruttori ed i diritti identificabili nel riconoscimento del ruolo di industria e nel rispetto della categoria. Elementi indispensabili saranno l’iscrizione all’Albo Costruttori AAMS, Iso, Durc e Rae.

Nei locali senza slot machine si insinua l’illegalità

Si può dissentire o meno da tutte quelle azioni messe in atto dai Comuni e dalle Regioni relativamente al “no slot”, ma quello su cui si deve puntare è indubbiamente la legalità. Intorno ad essa gira il “nostro” mondo e lì non c’è spazio, e non ci deve essere, per chi non “sta alle regole”. Quindi, il dato che nelle aree a maggior intensità “no slot”, dove le distanze dai luoghi sensibili sono state rigorosamente applicate per attuare una forma di “espulsione ideologica” del gioco lecito, si presenti “a riscuotere” il gioco illegale non autorizzato” è preoccupante: l’apparizione sotto forma di totem -poi sequestrati dalla Polizia perchè ritenuti illegali come nella città di Bolzano- e centri scommesse sprovvisti di licenza (città di Genova) è inquietante e dovrebbe far riflettere tutti compresi coloro che hanno sbandierato la “soppressione delle slot” per la tutela delle fasce deboli.

Nonostante la “singolare discriminazione” (si sta parlando della città di Bolzano) che sicuramente vanifica ogni presunta salvaguardia “socio-sanitaria” della legge provinciale, l’illegalità è riuscita ad insinuarsi nei bar del capoluogo altoatesino, confermando che il proibizionismo totale porta inevitabilmente all’attività illegale e criminale. Con l’apparizione dei totem in cui in pratica appare il “medesimo titolo” di gioco delle slot, con la sola differenza (peraltro notevole) di offrire all’utenza “qualcosa di non omologato” dai Monopoli di Stato, incorporata in congegni non autorizzati, e totalmente privi di controllo istituzionale, si offre “qualcosa” di fiscalmente clandestino. Bel risultato veramente… complimenti!!

I migliori casino online disponibili anche per il mobile

Il settore del gambling in versione mobile sta conoscendo un momento di forte espansione grazie al fatto che molti utenti ormai sono in possesso di un dispositivo che consente loro di usufruire del meglio dei servizi al momento disponibile sulla rete, tra cui anche quelli che fanno parte del mondo del gioco d’azzardo on-line. Molti analisti di mercato ritengono che tale settore possa diventare il punto di forza dell’intero comparto del gioco a distanza nei prossimi anni, in quanto presenta dei punti di forza piuttosto importanti che potrebbero contribuire non poco ad incrementare i profitti. Nei prossimi paragrafi proveremo a mettere in evidenza le principali caratteristiche dei migliori casino in versione mobile Aams.

Gli utenti che desiderano giocare all’interno dei casino in versione mobile chiaramente devono essere in possesso di uno dei tanti dispositivi che si trovano in circolazione a buon prezzo con cui ci si può collegare sulla rete, come Tablet, iPad, iPhone, BlackBerry, i cellulari con sistema operativo android e iOS e tanti altri ancora. Al fine di usufruire dei servizi di gioco disponibili nei ricchi palinsesti dei casino in versione mobile Aams, gli utenti non devono fare altro che eseguire il download delle applicazioni Web, in maniera del tutto gratuita e veloce, da installare sul proprio dispositivo mobile. Molto spesso non vi è la necessità di dover creare un nuovo account di gioco, in quanto è possibile accedere direttamente dal conto che è stato creato per usufruire dei servizi di gioco offerti dai casino on-line in versione tradizionale.

In altri casi, invece, l’utente dovrà utilizzare browser Web in uso per la navigazione sulla rete per avere una interazione immediata all’interno del casino in versione mobile, senza dover necessariamente eseguire il download delle applicazioni Web. Al momento sono disponibili diversi giochi che fanno parte sia della categoria dei classici del casino sia delle forme di intrattenimento di ultima generazione, come vari Roulette e Blackjack, ma anche i videopoker on-line Jacks or Better, diversi giochi arcade e tanti titoli di slot-machine on-line offerti dai marchi più prestigiosi sul mercato del gambling on-line regolato dalle norme dettate dall’Aams, come Microgaming, Novomatic, Netent Playtech e tanti altri ancora.

Si ricorda che anche gli utenti di che praticano il gambling on-line direttamente dal proprio dispositivo mobile godono degli stessi benefici di chi interagisce nell’ambito delle tradizionali piattaforme di gioco, sul piano della sicurezza ma anche della qualità dei servizi di gioco che sono eccezionali e in grado di far rivivere, anche quando si è in movimento, delle emozioni molto diverse da quelle che si trovano in una reale sala da gioco terrestre. Infine, gli utenti hanno la possibilità di impiegare anche degli ottimi bonus di benvenuto, con cui raddoppiare il valore delle vincite ma anche il divertimento, visto che sono del 100% sul primo versamento.

I migliori metodi di deposito nei casino online

La sicurezza quando si scommette all’interno della piattaforma per il gambling on-line di bassa anche dalla scelta dei metodi di pagamento che possono essere utilizzate quando si deve ricaricare il conto di gioco. Per quanto concerne il settore del gioco d’azzardo on-line regolato dalle norme dettate dall’Aams, bisogna dire che questo problema non si pone proprio, in quanto ogni società di gambling concessionaria di licenza Aams è tenuta scegliere solo le migliori metodi di deposito tra quelli disponibili sul mercato dei prodotti finanziari.

Ecco, allora, che nell’apposita sezione dedicata le modalità di pagamento gli utenti troveranno tanti strumenti innovativi che consentono di effettuare pagamenti a distanza in tempi celeri, godendo il massimo livello di protezione, in estrema facilità e sostenendo costi di gestione sicuramente alla portata di tutte le tasche. Nei prossimi paragrafi, proveremo a mettere in evidenza le principali caratteristiche delle modalità di pagamento più rinomate che sono disponibili in tutti i casino on-line legali italiani.

Le carte di credito stanno diventando sempre più il punto di riferimento per coloro i quali hanno la necessità di effettuare dei pagamenti a distanza ma anche per eseguire delle transazioni aventi ad oggetto l’acquisto di beni presso tanti esercizi commerciali convenzionati, grazie all’utilizzo del POS. Coloro i quali sono soliti effettuare degli acquisti sulla rete, potranno utilizzare tali strumenti di pagamento che possono far altro essere utilizzati collegandoli a dei portafogli virtuali qualora alcuni store on-line non accettassero alcuni mezzi che fanno parte di determinati circuiti finanziari internazionali rimasti esclusi.

Nella sezione dedicata le modalità di pagamento dei casino on-line Aams gli utenti troveranno tante carte di credito e prepagate appartenenti ai circuiti finanziari più rinomati, come MasterCard, Visa, Visa Electron, CartaSì, American Express, Maestro e tanto altro. Questi metodi sono molto sicuri perché dotati di particolari microchip che pongono al riparo l’utente da qualsiasi tentativo di appropriazione indebita da parte di malintenzionati durante le transazioni on-line.

I costi di gestione sono alla portata dipendono dalla politica tariffaria praticata dall’istituto di credito o finanziario emittente. Per quanto riguarda i tempi di accredito delle somme bisogna dire che solitamente la ricarica del conto di gioco casino on-line Aams viene effettuata immediatamente, mentre per l’accredito delle somme prelevate dal piattaforma di gioco bisogna attendere tra i 2-3 giorni lavorativi.

Attraverso la creazione di account all’interno del sito Web dell’istituto di credito emittente della carta di credito o prepagata, l’utente ha la possibilità di prendere visione di un prospetto in cui sono indicate tutte le movimentazioni finanziarie in entrata e in uscita che si verificano nel tempo che consentono di gestire al meglio le risorse che periodicamente vengono destinate alle scommesse on-line. Infine non bisogna dimenticare che, a volte, alcuni casino on-line Aams propongono delle iniziative con cui vengono erogati dei bonus con deposito in favore di coloro i quali utilizzano alcune carte prepagate che fanno parte del circuito Visa o Visa Elettron. Pertanto, l’utilizzo di tali strumenti può diventare ancora più conveniente quando si gioca ai casino on-line Aams.

Giocare d’azzardo in posti sicuri e presidiati

Si spera che dopo l’approvazione della Delega Fiscale e il tanto atteso “risanamento e ristrutturazione” del comparto del gioco non ci sarà più necessità di ricorrere ai TAR sparsi per tutto il nostro Bel Paese per far rispettare una regola od un altra o sia definitivamente terminata questa annosa battaglia che vede i “cittadini perbene” opposti al settore del gioco. Gli operatori sono stati costretti, sempre più frequentemente, a ricorrere appunto ai Tribunali Regionali per veder tutelata la propria attività e salvaguardati i diritti acquisiti con la propria licenza commerciale profumatamente “pagata al nostro Erario”. Quando il Tar di Milano, quindi, ha accolto un ulteriore ricorso da parte di alcuni tabaccai del Comune di Lecco che si sono opposti all’ordinanza di “spegnimento” delle slot machine situate nelle proprie attività in orari imposti compresi tra le 10.00 e le 24.00 è stata una “grande vittoria” poiché con questa sentenza potranno tenere accese le slot per tutto il tempo che vorranno senza limiti di orario.

Questo perchè ormai sta sorgendo una “ribellione silenziosa” da parte degli operatori del mondo del gioco d’azzardo -specialmente i tabaccai- che sono “veramente stanchi” di essere additati come “luogo di perdizione” oppure come luogo nel quale si genera solamente disagio, patologia di dipendenza e quant’altro di peggio si possa supporre: sopratutto nelle tabaccherie vi è un controllo diretto da parte dei titolari, sono posti sani dove c’è gioco e divertimento sano, moderato e controllato dove il giocatore non perde mai il contatto con la realtà che lo circonda!

Il momento di riformare il gioco d’azzardo italiano

La Delega Fiscale apre forse “nuovi orizzonti” per il gioco, orizzonti agognati da tanto tempo che metterebbero finalmente gli operatori del gioco d’azzardo pubblico in “serenità” e consentirebbero di investire nuovamente nel settore che sta veramente subendo i ritardi e le mancate decisioni dei Governi precedenti. E’ il terzo Governo che la Delega “vede passare sotto il naso” e speriamo che sia la volta buona! Non si tratta di lanciare nuovi giochi o di prendere provvedimenti di urgenza, ma solo di attuare delle vere riforme che consentano un’organizzazione razionale e nazionale del settore guardando anche con un occhio ai nuovi limiti e perimetri ben definiti e basterebbe sottolineare solo questo per placare ogni possibile strumentalizzazione. La Delega si potrebbe rivelare una vera e propria opportunità anche per il nuovo premier: dopo la promessa di attuare “una riforma al mese” all’inizio del suo mandato, quella del gioco pubblico potrebbe essere un punto di partenza per questa sua ambiziosa road map. L’intervento non sarebbe neppure difficile tenendo anche presente che la riforma è sul tavolo da tanto tempo ed in ballo, come si diceva poc’anzi, da ben tre legislature.

Nel nostro Bel Paese, però, la forma conta troppo spesso più della sostanza e così anche gli interventi più semplici possono divenire complicati specie quando sono accompagnati da “battaglie ideologiche” come spesso accade in fatto di giochi: quindi a Renzi non rimane che scegliere il “suo” delegato al mercato del gioco cercando senz’altro quello con le spalle più larghe!